Miglior prezzo garantito

book your stay

Tra fiori, giardini e sculture

Godersi la primavera a Firenze

Fra rose e sculture di Folon questa è una tappa immancabile dove godere di un panorama mozzafiato sulla città. A due passi da San Niccolò, concedetevi una passeggiata per respirare la primavera al Giardino delle Rose. 370 varietà diverse di rose con le più antiche specie che risalgono al 1500. Qui si trova una parte consistente delle sculture di Folon, oltre a Partir, la nave-valigia vi imbatterete in 12 statue fra bronzi e due gessi che l’artista ha donato alla città. L’ingresso è gratuito, aperto 3 mesi l’anno dalle 8 alle 20 fino al 31 luglio.

Per tutti gli appassionati di fotografia questo è il periodo migliore per recarsi a Villa Bardini per la fioritura del glicine. Un punto panoramico mozzafiato sulla città che vi lascerà esterrefatti. 

L’altra bellezza a due passi dal Piazzale Michelangelo aperta soltanto per un mese, dal 25 aprile al 20 maggio, è il Giardino dell’Iris. Nasce nel 1954 con lo scopo di dare ospitalità al Concorso Internazionale annuale per le migliori varietà di Iris. Si snoda per due ettari e mezzo, fra vialetti di pietra colmi di Iris barbate intermedie e nane. E’ aperto dal Lunedì al venerdì dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.30. Sabato e domenica dalle 10 alle 19.30. 

Immancabili due passi nel Giardino di Boboli, polmone verde del centro città e per un percorso fuori dagli schemi vi consigliamo Il Giardino dell’orticoltura con il Tiepidarium del Roster, serra in stile liberty e gli Orti del Parnaso poco sopra con la caratteristica fontana a forma di serpente.

 

 

F.lli Ducceschi sas - P.Iva 06479410489 - REA FI-631825 - PEC: posta@pec.cantodegliscali.com - dgNet webDesign